Sigismondo d'India - Sovente, allor Lyrics
  • #
  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • J
  • K
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
  • W
  • X
  • Y
  • Z
  • Send a Lyrics

    Sovente, allor

    Sovente, allor che in su gli estivi ardori
    Giacean le pecorelle a I'ombra assise
    Ne la scorza de' faggi e de gli allori
    Segnò l'amato nome in mille guise
    E de' suoi strani et infelici amori
    Gli aspri successi in una scorza incise
    E in rileggendo poi le proprie note
    Rigò di belle lagrime le gote

    E dicea piangendo: "In voi serbate
    Questa dolente istoria, amiche piante;
    Perché se fia ch' a le vostr'ombre grate
    Giarnai soggiorni alcun fedele amante
    Senta svegliarsi al cor dolce pietate
    De le sventure mie sì varie e tante
    E dica: Ah troppo ingiusta empia mercede
    Diè Fortuna et Amor a sì gran fede!

    "Forse avverrà, se 'l Ciel benigno ascolta
    Affettuoso alcun prego mortale
    Che venga in queste selve anco tal volta
    Quegli a cui di me forse or nulla cale;
    E rivolgendo gli occhi ove sepolta
    Giacerà questa spoglia inferma e frale
    Tardo premio conceda a i miei martiri
    Di poche lagrimette e di sospiri."

      Comments

    There is no comment.
    Leave a Comment
    *Your comment will be published after approval.